Contatos | Login | IT EN DE PT PL ES PL
 

Êxitos

 

Il bello di una scelta fortunata

Presso MDL il Lasertube ha un ruolo fondamentale. L'attività è quella del terzista e come tale spazia negli ambiti più differenti, anche se negli ultimi tempi ha assunto un ruolo preponderante la realizzazione di strutture per impianti a pannelli solari e lettini per negozi e laboratori d'estetica. In particolare, la decisione di installare un sistema ADIGE LT722 ha permesso all'azienda di attraversare "indenne" la difficile situazione economica degli ultimi due anni.


Acronimo di Marcello Diego Lavorazioni, la MDL di Capriano del Colle in provincia di Brescia è una realtà produttiva che fin dal 1989 è dedita al commercio di prodotti siderurgici, con particolare riferimento alla lavorazione dei tubi in conto terzi che negli ultimi anni si è sempre più evoluta dal semplice taglio a misura alla fornitura di semilavorati di qualità fino alla realizzazione di strutture assemblate che realizza avvalendosi di un'azienda partner specializzata. MDL si propone quindi come fornitore di veri e propri prodotti finiti che realizza con la competenza di chi ha scandagliato le molteplici potenzialità e possibilità offerte dalla lavorazione dei tubi in termini di ottimizzazione dei progetti e delle strutture da realizzare. Una struttura tubolare assicura molti vantaggi rispetto a una pensata mixando tubo e lamiera piegata, sia in termini di accoppiamento che di robustezza, per non parlare del tempo di produzione e del relativo costo.
"MDL è sicuramente la risposta alle esigenze di tutte quelle aziende che hanno bisogno di servizi complessi nell'ambito della lavorazione dei zione andando a toccare anche ambiti nuovi per recuperare quel 20% di fatturato che avevamo perso" spiega Zanini. "Non è stato semplice ma abbiamo potuto contare su di un valido alleato: il sistema di taglio laser ADIGE LT722D che in termini di prestazioni e tempistiche di taglio non ha eguali.

 

Il 90% della produzione entro i 150 mm di diametro


estruturas para painéis solares

Il parco macchine installato presso MDL consta di ben sei segatrici automatiche ADIGE, ma è soprattutto la tecnologia di taglio del Lasertube a caratterizzarne l'attività. Al primo Lasertube installato da più di tre anni, ha infatti affiancato nel 2008 un innovativo sistema ADIGE LT722.
"Sia come tipologia di impianto che come facilità di programmazione ritengo di poter dire che ADIGE rappresenti lo stato dell'arte dal punto di vista tecnologico" racconta Marcello Zanini. "Nella prima esperienza fatta con il Lasertube abbiamo privilegiato il potenziale di taglio dal punto di vista delle dimensioni massime lavorabili che arrivano fino a un diametro di 250 mm. Con l'ADIGE LT722 lavoriamo invece fino a un massimo di 150 mm, range in cui si colloca circa il 90% della nostra produzione. "Con il senno di poi", la scelta iniziale di prediligere le grosse dimensioni è stata più limitativa che propositiva. È vero che dove si taglia il grande si lavora anche il piccolo, ma dal punto di vista prestazionale i sistemi, per loro natura, non sono paragonabili. Certo che, oggi, con due sistemi a disposizione e un terzo in arrivo, dotato di laser in fibra per il taglio di materiali altamente riflettenti, siamo in grado di andare a coprire una grossissima fetta delle esigenze di mercato".
"Avremmo forse fatto bene a invertire gli investimenti visto che la maggior parte del lavoro che abbiamo è sul tubo medio piccolo, ma va bene così. È stata un'esperienza fatta sul campo che ci ha permesso di mettere a fuoco ciò di cui necessitavamo realmente e di correggere il tiro" spiega ancora Zanini. "Con l'acquisto del sistema ADIGE abbiamo, infatti, privilegiato altri aspetti che ormai sapevamo essere fondamentali, fra cui la facilità di programmazione che, nella maggior parte dei casi, si traduce nella possibilità di eseguire dei tagli anche complessi. Il data base standard dei parametri di taglio della LT722 è estremamente completo e articolato al punto che nella stragrande maggioranza dei casi riusciamo fin da subito a eseguire un taglio ottimale".

 

Un “tutor” al tuo fianco


sistema de corte a laser para setor auto, aquecimento e sanitário

MDL, per sua natura, si rivolge ad ambiti diversi, dal settore automobilistico, all'idrosanitario, dal riscaldamento, all'arredamento, dalla componentistica, al tendaggio. L'attività è quella del terzista e come tale spazia negli ambiti più differenti, anche se negli ultimi tempi ha assunto un ruolo preponderante la realizzazione di strutture per impianti a pannelli solari e lettini per negozi e laboratori d'estetica. "Con la crisi degli ultimi due anni abbiamo dovuto ampliare notevolmente il nostro raggio d'azione andando a toccare anche ambiti nuovi per recuperare quel 20% di fatturato che avevamo perso" spiega Zanini. "Non è stato semplice ma abbiamo potuto contare su di un valido alleato: il sistema di taglio laser ADIGE LT 722 che in termini di prestazioni e tempistiche di taglio non ha eguali.

Alla produttività, la LT 722 affianca anche una precisione assoluta di taglio con qualsiasi sezione dei tubi e questo, pensando alle strutture che realizzano, è fondamentale per gli accoppiamenti.
"Considero una fortuna aver acquistato questo Lasertube prima della crisi" prosegue Zanini. "Ci ha permesso di sopperire alle defezioni avute nei nostri contesti settoriali più tradizionali, prendendo qualche cliente nuovo sia come ragione sociale, che come settore di appartenenza. Soprattutto, però, ha consentito di andare a riprendere dei nomi importanti che avevamo perso a causa dei tempi di risposta piuttosto lunghi e dell'eccessivo costo orario che avevamo con un solo Lasertube che, per altro, è più performante su diametri più grandi. Vuoi per le caratteristiche intrinseche del sistema LT722 e vuoi per il fatto di avere due sistemi di taglio laser, oggi, abbiamo acquisito una flessibilità tale da consentirci una produzione prossima al just in time, con un costo orario inferiore a prima. Volevamo diventare flessibili anche nel taglio laser così come lo siamo da sempre nel taglio a lama grazie alle sei segatrici automatiche ADIGE.
Ho parlato di fortuna perché nonostante possa sembrare una decisione presa con lungimiranza nel momento giusto, sono sincero nel dirvi che non è così. Avevamo l'esigenza e abbiamo deciso di fare questo passo, ma quando è stato pianificato non immaginavo quello che da lì a poco sarebbe successo. Lo consideravo un investimento strategico importante per MDL ma non l'ho mai pensato come l'ancora di salvezza dell'azienda. È stato meglio così perché se avessi avuto una percezione della crisi che si stava per abbattere sull'economia avrei sicuramente aspettato e forse avremmo fatto la fine di molte altre aziende".
"La flessibilità nasce principalmente dal software di programmazione ARTUBE che è estremamente user-frendly e diretto, ma anche dal software macchina di gestione del sistema LT 722 che permette di fare dei cambi di produzione piuttosto rapidi e quindi i fermi macchina si riducono notevolmente" aggiunge Zanini.

 

Il semilavorato laser è un prodotto finito


Il quantitativo di materiale processato da MDL nell'arco dell'anno è ripartito per il 60% tra le sei segatrici e per il restante 40% tra i due Lasertube, percentuali che testimoniano l'importanza e la strategicità della scelta di investire in una tecnologia così produttiva e flessibile come il taglio laser. Cosa ulteriormente avvalorata dalle valutazioni economiche del caso visto che il fatturato prodotto dai laser è ormai preponderante rispetto a quello derivante dalla segatrici. I costi sono presto fatti pensando a un prezzo orario di 30 euro per il taglio a lama a cui si contrappongono gli 80 euro/h del taglio laser. "Vi è anche il vantaggio che con il laser il semilavorato è un prodotto finito pronto per l'assemblaggio mentre con la segatrice ci si limita al solo taglio a misura, con la conseguente necessità di sbavare e riprendere i pezzi" conclude Zanini.
"Tra l'altro, non vi nascondo che ogni tanto dirotto dei semplici lavori di taglio a misura particolarmente urgenti sul laser perché la 722 produce il doppio di una segatrice, non ha il cambio lama e quindi è priva di tempi morti. Per non parlare poi della qualità del taglio totalmente privo di problemi legati alla sbavatura e alla precisione. Non a caso, stiamo sostituendo due segatrici con un nuovo Lasertube LT Fiber con sorgente in fibra che siamo convinti permetterà di aprire nuovi e importanti orizzonti nel taglio di tubi di rame e ottone".

 
 
 
Google