Contatos | Login | IT EN DE PT PL ES PL
 

Êxitos

 

Come valore aggiunto il lasertubo

Alla Danieli Laser Cut s.r.l., Italia, il lasertubo è il vero valore aggiunto; aver creduto nelle sue potenzialità prima di altri è stato fondamentale.


corte a laser em um fornecedor OEM

Nata circa 40 anni fa come realtà a conduzione familiare attiva nel campo della lattoneria, Danieli Laser Cut s.r.l. di Castelgoberto in provincia di Vicenza ha saputo negli anni crescere e diventare uno degli esempi più lungimiranti di job shop laser per la lavorazione della lamiera e del tubo metallico presenti oggi in Italia. "Lamiera" e "tubo" sono due comparti dell'azienda ben distinti a livello logistico interno nonostante siano l'una il naturale completamento dell'altro. La necessità di darsi un lay-out ottimale e razionale dal punto di vista del flusso produttivo, ha però suggerito di organizzare il lavoro in aree ben precise dedicate.

 

L’esperienza fa la differenza


componente tubular em aço

Tra le prime aziende italiane a installare un sistema di taglio laser specifico per il tubo, Danieli Laser Cut ha in Dino Danieli il fautore del costante processo che dal '96 a oggi l'ha portata a evolvere il proprio ruolo, abbandonando il lavoro del "terzista" puro per diventare una realtà in grado di affiancare e accompagnare il cliente in uno stretto rapporto di partnership. "Il lavoro non è solo tecnologia, ma è anche il risultato dei rapporti stretti con i clienti e del servizio che sei in grado di assicurargli" racconta il signor Danieli. "Occorre però investire e aggiornarsi tecnologicamente per essere versatili e garantirsi la capacità di rispondere puntualmente alle richieste di un mercato ormai sempre più volubile e mutevole, cercando di intuirne in anticipo le possibili esigenze per acquistare macchine e soluzioni in modo mirato e non incappare in scelte sbagliate". Entrambe le decisioni di investire in tecnologia laser, per il taglio della lamiera, prima, e del tubo poi, vanno in questa direzione; ma è la seconda che dal febbraio 2004 costituisce il vero valore aggiunto della Danieali Laser Cut. Aver creduto nelle potenzialità del lasertubo prima di altri è stato, infatti, fondamentale. "Ormai le richieste riguardano quasi esclusivamente la fornitura di prodotti finiti e completi, per cui la lavorazione del tubo non può prescindere dalla lamiera e viceversa" racconta il signor Dino. "Per noi sono due tecnologie complementari che interagiscono assieme creando un connubio inscindibile e ciò ha portato alla decisione di affiancare il taglio piano con il primo impianto laser specifico per il taglio dei tubi. Scelta rivelatasi vincente poiché la Lasertube LT 702 di ADIGE ci ha consentito di emergere ulteriormente sul mercato poiché, all'epoca (e parliamo di soli cinque anni fa) erano pochi i competitors in grado di lavorare entrambi gli elementi con qualità. Chi, come noi, ha intravisto in anticipo le possibilità del lasertubo è ovviamente in vantaggio; il gap di esperienze fatte e il know how maturato all'inizio fa la differenza".

 

Pensata, creata e ottenuta con il tubo


Tutt'oggi, non sono molti i job shop che lavorano il tubo con convinzione e strumenti adeguati, ma chi come Danieli ha da tempo scelto di investire in questa direzione costituisce la massima espressione, in termini tecnologici, di engineering e di capacità di proporre alla clientela soluzioni sempre nuove, che hanno nell'uso del tubo proprio l'aspetto progettuale innovativo e la componente più economica. "Da quando operiamo con il lasertubo - spiega il signor Dino - la quasi totalità delle strutture prodotte è pensata, creata e ottenuta con componenti tubolari tagliati al laser. I vantaggi sono indiscutibili sia in termini strutturali, vista la notevole precisione nell'accoppiamento delle parti, sia come diminuzione dei costi. Il ciclo realizzativo e produttivo è più breve e anche più economico rispetto a una struttura ottenuta partendo da lamiera. Ormai, fin dove i nostri macchinari lo consentono dimensionalmente, privilegiamo il taglio del tubo ed è in quest'ottica che necessitavamo di un laser che permettesse di allargare il nostro range lavorativo verso l'alto come diametro massimo lavorabile". Andando sul mercato, si è evidenziata fin da subito l'importanza di poter processare anche sezioni più grandi dei 140 mm lavorabili con la LT 702 per arrivare ad approcciare applicazioni più impegnative. Stiamo per esempio parlando del rivestimento artistico degli edifici, dove l'estro del signor Dino e la sua estrazione e competenza da geometra hanno trovato nella nuova Lasertube LT8 (installata sul finire dello scorso anno) un'alleata fondamentale.

 

Crescere diversificando i settori


a máquina de corte adquirida

Oggi, il parco laser della Danieli Laser Cut consta di due sistemi di taglio piano di cui uno estremamente produttivo a motori lineari, un combinata punzonatrice taglio laser e i due lasertubo ADIGE che permettono di arrivare a coprire esigenze di lavorazione da 20 a 220 mm di diametro. Si tratta di cinque impianti laser ognuno diverso dall'altro, ognuno pensato per un determinato impiego e lavoro, a ulteriore testimonianza della lungimiranza del signor Dino. "Trovo limitante e sbagliato investire in impianti e soluzioni uguali; per questa ragione non acquisto mai le stesse macchine poiché ritengo che ogni investimento debba sì, rispondere a un'effettiva esigenza, ma anche dare la possibilità di crescere diversificando i settori di interesse. Tuttora, nonostante il momento di congiuntura non certo facile, l'estrema diversificazione ci permette di non conoscere crisi. Il Lasertube LT8 è, per esempio, attivo in azienda da otto mesi e credo non abbia mai tagliato lo stesso profilo per due giorni a fila". Entrambe le macchine ADIGE lavorano con continuità per nove ore al giorno cercando, ovviamente, di dirottare sulla LT8 tutte le lavorazioni su sezioni che vanno oltre la capacità di lavoro della LT 702. Certo è che LT8, in virtù dei nuovi concetti introdotti, si dimostra sicuramente più performante. A volte si ha la tentazione di dirottare su di lei la quasi totalità delle lavorazioni, soprattutto nel caso di tubi con numerosi fori e tagli da realizzare. In questo caso, LT8 se paragonato alla lasertubo classica, a parità di sezione, garantisce una riduzione di oltre il 40% del tempo di taglio; anche in virtù dell'estrema facilità di programmazione assicurata dal nuovo software ArTube. "Ciò nonostante - precisa Danieli - sono personalmente contento di disporre di entrambi i sistemi. Il primo lasertubo ha consentito di maturare l'esperienza che oggi è alla base dell'ottimale impiego dell'LT8 e di sondare e testare il mercato per capire meglio quali direzioni intraprendere e in quali tecnologie investire". Non è stato un "percorso" facile, ma aver fin qui stretto un sodalizio forte con Adige è stato fondamentale. Per un acquirente, che si interfaccia per la prima volta con una tecnologia nuova e, di conseguenza, con delle problematiche differenti, è molto importante poter contare sulla collaborazione e l'esperienza di tecnici qualificati e disponibili. Ci si sente tutelati e forti anche davanti alle "sfide" più impegnative".

 

18 km di tubo


Dal punto di vista delle applicazioni, una delle prime commesse eseguite nel campo della lavorazione congiunta tubo/lamiera è stata la realizzazione di ben 500 biglietterie automatiche installate lungo la rete della metropolitana milanese. "Ognuna di queste unità era costituita da una struttura realizzata con tubolari in acciaio inossidabile e pannelli di lamiera piegata anch'essi di inox" racconta Danieli. "Si è trattato di un prodotto tipo, che racchiudeva in sé tutte le nostre potenzialità lavorative, dal taglio alla piegatura, dalla assemblaggio alla saldatura e verniciatura. Ma è stato il settore dell'arredamento il vero trampolino di lancio. Qui il lasertubo permette di realizzare lavorazioni che in precedenza non erano possibili e questo "autorizza" i designer, anche più innovativi e audaci, a dare libero sfogo alla propria fantasia. Oggi, credo che non esista un settore potenzialmente interessato al lasertubo in cui non siamo presenti, dall'elettronica all'elettromeccanico, dal ciclo e motociclo all'automotive, dall'agrario al movimento terra". Danieli Laser Cut sta facendo un grosso lavoro nella realizzazione di strutture per abbattimento di polveri e fumi nelle centrali elettriche o di strutture portanti per i pannelli fotovoltaici. Non mancano poi gli esempi di lavorazioni anche più semplici, ma anche in questo caso il signor Dino riesce a stupire. "Di recente - afferma infatti - abbiamo processato ben 18 km di tubo per un cliente che doveva realizzare delle semplici forature su delle barre da 6 m".

 
 
 
Google