Contatti | Login | IT EN DE PT PL ES PL
 

Success Stories

 

VDL Belgium

VDL Belgium è una delle 87 aziende che fanno pare del gruppo olandese VDL Group, esegue lavorazioni meccaniche di alta qualità e fornisce sia le altre aziende del gruppo che clienti esterni con nomi molto importanti principalmente nel settore automotive. Specializzata nella lavorazione del tubo, con il sistema LT-FREE ha risolto brillantemente il problema di eseguire lavorazioni laser sul un tubo già curvato.


VDL Belgium

VDL Belgium è ad Aalst non lontano da Bruxelles ed è qui che abbiamo incontrato il Managing Director Marco Van Tongeren insieme al suo futuro successore Danny Dee Rouck e al Direttore Tecnico Salvatore Abraini.

Van Tongeren ci spiega come, nel 2000, un incendio abbia distrutto completamente lo stabilimento al punto da far pensare all'abbandono dell'attività, ma alla fine scelta è stata diversa. VDL Belgium è ripartita concentrandosi sui sistemi di scarico forniti principalmente a Scania e Volvo e da lì è ripartita l'attività che oggi spazia in diversi settori pur mantenendo l'automotive, ed in particolare i tubi del sistema di scarico, come settore di riferimento.

Oggi sono in 100 persone, occupano uno spazio di 16.000 mq e sono la più grossa azienda del Gruppo fuori dai confini olandesi. VDL Belgium opera talvolta come Tier 1 per i grossi costruttori di autobus e camion fornendo interi assiemi già montati e saldati, altre volte come Tier 2 producendo per fornitori di primo livello particolari tagliati curvati e sagomati. Per l'ampiezza delle sue competenze e del parco macchine a disposizione è in grado di fornire diversi tipi di clienti sempre garantendo costi, qualità e tempi di consegna.

Chiediamo cosa voglia dire fornire clienti così importanti e quali siano gli aspetti essenziali della produzione "Costo, qualità e tempi di consegna" comincia con sicurezza Van Tongeren "questi sono gli aspetti essenziali che caratterizzano la nostra produzione. Produciamo su disegno del cliente che ci da sempre più spesso modelli 3D da realizzare e si tratta di parti sempre più complesse".

 

Perché il taglio laser su tubo curvato?


"Quando abbiamo cominciato a parlare con BLM di un laser per i taglio tridimensionale di tubo già curvato venivamo da 15 anni di esperienza con il laser piano. A quel tempo BLM produceva un modello di sistema a 5 assi che non ci convinceva, in quanto era sì dedicato alla lavorazione del tubo che a noi serviva, ma non eravamo sicuri di poter raggiungere la produttività di cui avevamo bisogno. Poi è arrivato il nuovo sistema LT-FREE e a questo punto è stato deciso il grande passo".

Abraini precisa: "Il grande vantaggio di LT-FREE è nell'idea di utilizzare due robot e due tavole per il sostegno del pezzo consentendo quindi effettivamente di realizzare interamente le operazioni di carico e scarico in tempo mascherato, e nell'utilizzo della sorgente laser in fibra".

I vantaggi nell'utilizzo di LT-FREE sono diversi e importanti "Magari il costo specifico della sola lavorazione rimane analogo a quello precedente, ma con un grande guadagno in termini di tempi e qualità". M. Van Tongeren ci mostra un particolare caratterizzato da alcune aperture laterali a 90 gradi di distanza una dall'altra e sezionato all'estremità con un profilo caratterizzato da profonde insenature e ci spiega che per fare quel particolare prima si operava in modo tradizionale con almeno sei passaggi diversi mentre ora i passaggi si sono ridotti a tre. "Con LT-FREE, rispetto alle tecnologie tradizionali, abbiamo più rapidità, più qualità, maggiore pulizia del pezzo e una riduzione dei costi accessori (in particolare le maschere per tenere il pezzo in posizione nelle varie fasi di lavorazione)" conclude Van Tongeren.

 

Costi ridotti


Costi ridotti

"È cambiato il processo produttivo" spiega Abraini, prima facevamo venire i pezzi già tagliati al laser da un nostro fornitore che ha un sistema Lasertube di ADIGE, su questi pezzi noi facevamo le piegature e successivamente altre lavorazioni di taglio con tecnologie tradizionali. Ora facciamo tutto noi risparmiando tempo e costi". Ci mostra un pezzo tagliato e spiega che il vantaggio di costo su questo pezzo è di circa il 50%. "In alcuni casi dovevamo comporre il particolare finito di tubo saldando diverse parti, ora il pezzo è unico e si lavora direttamente su quello".

La flessibilità di poter fare praticamente qualsiasi particolare è probabilmente la caratteristica di LT-FREE più apprezzata in VDL Begium. "LT-FREE ha drasticamente ridotto i tempi di attrezzaggio ed in questo ha sicuramente un vantaggio anche rispetto agli altri sistemi sul mercato".

Un altro pezzo aveva necessità di 7 lavorazioni diverse, ora sono solo 3: taglio a misura, piegatura e taglio post piega sul sistema LT-FREE. "I due robot garantiscono un livello di flessibilità che nessun concorrente ha finora, per questo motivo si trova sempre il modo di realizzare il particolare di cui si ha bisogno".

 

Semplicità d’utilizzo


Parlando di semplicità d'uso M. Van Tongeren spiega che il primo impatto è stato duro: "nessuna delle persone impiegate aveva esperienza di laser e non è stato semplice cominciare a lavorare con un sistema così diverso da ciò cui eravamo abituati. Conoscevamo da un lato le tecnologie tradizionali per la lavorazione del tubo e dall'altro il laser lamiera, che però rimane un altro mondo perché il tubo è il tubo e ha le sue peculiarità, sono due mondi diversi".

Abraini ci illumina con un esempio concreto sulla velocità di utilizzo che è stata raggiunta: "dovevamo realizzare un particolare con sei lavorazioni distinte; abbiamo cominciato a lavorarci alle 8 del mattino e all'una del pomeriggio la produzione era finita. Con i metodi tradizionali, dovendo approntare le maschere di fissaggio, ci avremmo impiegato tre giorni". "...e la qualità era migliore!" chiosa Van Tongeren.

 

Un processo più affidabile


Un processo più affidabile

Abraini solleva un ultimo tema di particolare interesse: "Le esigenze del cliente sui pezzi sono molto stringenti in termini di tolleranze. Abbiamo visto che le tolleranze richieste dal sistema LT-FREE rispetto al tubo curvato per eseguire un buon lavoro sono sostanzialmente le stesse che ci richiede il cliente. In altre parole, se il pezzo è curvato con una precisione sufficiente per essere lavorato con il sistema LT-FREE allora siamo certi che va bene anche per il cliente, è una sorta di verifica di qualità e la qualità totale del processo ci guadagna e non poco. Lo stesso operatore fa sia piegatura che taglio laser in modo che se fa un cattivo lavoro prima se lo ritrova successivamente".

Sul rapporto con BLM GROUP, M. Van Tongeren riferisce di una collaborazione che ha portato benefici reciproci "BLM si è mostrato un partner affidabile e attento. LT-FREE è un prodotto molto recente e in ogni sistema ci sono aspetti migliorabili, anche in relazione alle nostre specifiche esigenze, ma BLM è sempre stata presente ed attenta ad intervenire e trovare soluzioni per le problematiche che abbiamo trovato di fronte". C'è sicuramente un interesse reciproco dal momento che un cliente come VDL Belgium è sicuramente in grado di dare indicazioni preziose per lo sviluppo di questo tipo di prodotto.

 
 
 
Google