Contatti | Login | IT EN DE PT PL ES PL
 

Success Stories

 

C’é sempre una soluzione vincente

Alpes Meccanica s.r.l. nasce da una sfida: produrre componenti meccanici per l’automotive in modo più economico, salvaguardando la qualità.


fase di lavorazione delle estremità tubo

L'attività della Alpes Meccanica s.r.l., di Pian Camuno (BS) trae origine da un'idea concettualmente semplice: cercare potenziali clienti e offrire loro soluzioni tecnologiche innovative per produrre parti e componenti meccanici a costi minori, soprattutto inerenti al settore auto. Non a caso, il "fiore all'occhiello" dell'azienda è la produzione, partendo da un tubo, di una camera di scoppio per airbag che produce, conto terzi, con un risparmio del 50% rispetto al costo di mercato del pezzo. La lavorazione della componentistica auto è tipicamente di serie e richiede parametri qualitativi molto stretti; ciò ha spinto l'azienda a certificarsi secondo le Vision 2000.

 

Realizzare lavorazioni a maggiore valore aggiunto


boccola con tornitura e smusso

"Abbiamo voluto fin dall'inizio avere un approccio innovativo ai problemi produttivi - commentano i titolari della Alpes - basato sul fatto che quasi sempre esistono soluzioni diverse rispetto a quelle normalmente praticate per produrre i pezzi. Sono queste soluzioni che ci consentono di avere una specificità aziendale e di pensare a politiche di riduzione dei prezzi. Realizziamo quindi, da prima, un'analisi del metodo tradizionalmente usato dalla maggior parte dei produttori, per poi passare a considerare possibili alternative di produzione, basate su macchine reperibili su mercato o di nostra concezione, disegno e produzione. In questo modo riusciamo a realizzare lavorazioni a maggiore valore aggiunto sul prodotto".

 

Un esempio stimolante di imprenditoria innovativa


Nella linea di produzione delle camere di scoppio per gli airbag, la cosa che ha comportato qualche difficoltà è stata la possibilità di produrre milioni di pezzi all'anno (che equivalgono a 3.000 t di tubo all'anno) stando all'interno delle ristrettissime richieste in termini di tolleranze e di qualità. Fondamentale, quindi, è stata la scelta delle macchine CM502 di ADIGE, la loro ripetibilità, la loro precisione, la loro affidabilità nella lavorazione su due o tre turni e la ripetibilità. "Infatti, sarebbe stato inutile sviluppare una tecnologia proprietaria - precisano in Alpes - senza disporre, a monte, di una soluzione innovativa in grado di alimentare con costanza e precisione i nostri processi. Potere disporre di macchine che consentono di tagliare 10.000/15.000 pezzi al giorno senza la necessità di effettuare controlli ravvicinati dei pezzi, ma solo uno ogni cinquecento, mille e duemila pezzi (naturalmente in accordo con il cliente finale) è stato infatti un sicuro ritorno economico. Altrettanto importanti la capacità di pronto intervento di manutenzione e riparazione. La scelta delle macchine ADIGE è stata quindi fondamentale in quanto dettata da queste motivazioni".

 

Il controllo da più valore alla produzione


applicazione nel settore automotive

Le due linee di taglio e asportazione all'estremità CM502 sono operative, a pieno regime, da oltre tre anni e producono pezzi diversi della stessa famiglia, con tecnologia simile. È stata minimizzata la soggettività interpretativa degli operatori e quindi ridotta al massimo la possibilità di errori grazie anche al proliferare di aiuti visivi a supporto delle operazioni che si effettuano, anche le più semplici. Inoltre, in una produzione di serie destinata al settore automobilistico, non potevano mancare attente procedure di controllo dei materiali e dei pezzi. Anche da questo punto di vista, Alpes manifesta un rigore e una competenza che va aldilà delle prescrizioni emesse dalla clientela.

 
 
 
Google